Scuola primaria

Scuola primaria paritaria "MARIA AUSILIATRICE"

La scuola intende delineare i tratti dell’uomo, del cristiano e del cittadino che è lecito attendersi alla fine di questa fase di crescita globale. Il percorso educativo vuole mettere in luce come le conoscenze disciplinari ed interdisciplinari (il sapere) e le abilità operative (il fare), apprese ed esercitate a scuola, nelle altre istituzioni formative e nella vita sociale, siano state per il ragazzo davvero formative. Le conoscenze disciplinari sono formative quando effettivamente diventano competenze personali. La competenza di un soggetto si evince quando questo mobilitando tutte le sue capacità, amplificandole ed ottimizzandole, utilizza le conoscenze apprese per arricchire il personale modo di essere nel mondo, di interagire con gli altri, di risolvere problemi, di gustare il bello e di conferire senso alla vita.

Il ragazzo è consapevole della dinamicità del processo che conduce allo sviluppo della propria identità:

  • integra il proprio comportamento in base a contesti diversi (casa, scuola, coetanei);
  • riconosce le trasformazioni del proprio corpo e delle proprie emozioni nel tempo;
  • riconosce le trasformazioni di relazione con le persone dello stesso e dell’altro sesso;
  • mantiene una propria individualità;
  • cerca di dare un senso al processo di armonizzazione delle esperienze alla luce del rapporto con Dio Padre e Creatore.

Al fine di giungere ad un’autonomia personale cerca di gestire l’irrequietezza emotiva ed intellettuale confrontandosi positivamente con genitori, insegnanti, educatori.

L’alunno:

  • sviluppa un positivo confronto ed emulazione con adulti e coetanei; 
  • di fronte ai primi problemi esistenziali, sociali e morali, tenta di dare delle risposte rimanendo aperto al dialogo;
  • si dimostra tollerante, solidale nei confronti dei soggetti diversi da sé; 
  • coopera nei lavori di gruppo; 
  • sa controllare gli impulsi di fronte alla contrapposizione verbale o fisica;
  • adotta un comportamento rispettoso e cooperativo nei confronti di chi vive situazioni di disagio fisico, psichico ed intellettuale;
  • rispetta le regole dell’educazione alimentare senza farsi influenzare dai comportamenti consumistici;
  • riconosce il pericolo di determinati comportamenti alimentari ed agisce di conseguenza;
  • rispetta le norme della circolazione stradale;
  • ha cura dell’ambiente che lo circonda nel rispetto di sé e degli altri; 
  • è consapevole dei propri diritti/doveri di cittadino e condivide le regole del vivere insieme;
  • conosce ed utilizza i comportamenti adeguati per la salvaguardia della sicurezza propria ed altrui in condizioni ordinarie o straordinarie di pericolo;
  • conosce e riflette sui valori della Costituzione;
  • riconosce le proprie e le altrui attitudini e le mette a disposizione degli altri.

L’alunno:

  • impara a valorizzare la propria esperienza e le proprie conoscenze;
  • apprezza l’esplorazione e la scoperta;
  • cerca di accettare tutti i compagni;
  • sperimenta l’apprendimento collaborativo;
  • si rende gradualmente consapevole del proprio modo di apprendere;
  • segue percorsi in forma di laboratorio.

Nella Scuola primaria si pongono le basi culturali per affrontare gli studi successivi. L’alunno pertanto:

  • affronta argomenti di natura letteraria, tecnica e religiosa utilizzando il linguaggio specifico;
  • riflette in base a criteri condivisi e sa prendere decisioni;
  • progetta, sperimenta e attende i risultati a lungo termine;
  • si confronta con gli altri secondo valori della convivenza civile;
  • collabora e dà il proprio contributo per il benessere della società;
  • è consapevole delle proprie attitudini, immagina e progetta il proprio futuro riflettendo sui grandi interrogativi universali.

Tempo scuola: aperti fino a 10 ore al giorno

In sintonia con il dinamismo della società odierna, per sostenere le famiglie oltre alle normali ore di attività didattica, la nostra Scuola Primaria si propone di offrire un insieme composito di percorsi formativi, unitari nelle loro finalità e variegati nelle modalità di attuazione degli obiettivi che intende perseguire.

La scuola offre un servizio dalle ore 7.30 alle ore 17.00 così articolato:

7.30 - 8.15: Pre-scuola

8.15 - 8.25: Accoglienza

8.30 – 12.45: Lezione

12.45 - 14.00 : Mensa e ricreazione

14.00 - 16.00 : Lezione o dopo-scuola

16.00 – 17.00: Laboratori

17.00 – 17.30: USCITA

Don Bosco voleva un cortile gioioso per formare il gusto dei giovani alla gioia che nutre il cuore. 

Ecco perché ancora oggi, ispirandoci al suo insegnamento, dalle 16.00 alle 17.00 lasciamo che il cortile sia spazio di prossimità, di vicinanza, di intesa, di ascolto permettendo ai giovani di liberare la loro creatività a giochi spontanei insieme ai genitori.